Centro Gledhill per Borderline Attività Clinica per il Disturbo Borderline di Personalità e varie Dipendenze psicologiche
Home » Invio e Accoglimento

Invio e Accoglimento

ISTRUZIONI PER L'USO

ISTRUZIONI PER L'USO - Centro Gledhill per Borderline

CONTATTO TELEFONICO
Per iniziare il contatto basta chiamare 06 9724 9441 lunedì e giovedì mattina, preferibilmente nella fascia oraria 9.30 - 11.30. La persona addetta alle telefonate acquisisce i dati e fornisce le indicazioni necessarie per far fissare, eventualmente, un appuntamento per la prima visita/colloquio specialistico. Se si è in possesso di lettera/relazione dell’inviante che ha posto diagnosi clinica di disturbo di personalità borderline è opportuno inviarla via mail all’attenzione del Dott. Aldo Lombardo, gledhill@libero.it. Non sono necessarie documentazioni cliniche come cartelle di precedenti ricoveri. Possono essere utili, invece, oltre alla lettera dell’inviante, eventuali test diagnostici del passato se portati alla prima visita.

LA PRIMA VISITA
La prima visita è una consultazione specialistica privata e completa molto particolare molto apprezzata dagli utenti. Infatti, le modalità del colloquio hanno già valore terapeutico perchè evidenziano soprattutto gli aspetti sani della personalità, indipendentemente dal grado di patologia psichiatrica presentata. Serve alla persona per ricapitolare le tappe dello sviluppo della propria esistenza nella direzione di blocco fino a quel momento. Si individuano carenze o ostacoli allo sviluppo armonico della sua personalità e si può mettere in evidenza l’esistenza di traumi psicologici importanti che potrebbero richiedere anche trattamento mirato con EMDR.

PREPARAZIONE

PREPARAZIONE - Centro Gledhill per Borderline

LA FASE DI PREPARAZIONE
Questa prevede test di pre-ingresso e un colloquio individuale col medico psicoterapeuta responsabile del pre-accoglimento. Apprendere come collaborare alla riuscita del programma, sia d’inserimento sia di residenzialità, è spesso decisivo per la riuscita dei progetti terapeutici. Secondo l’esito del colloquio è possibile l’inserimento diretto, nella stessa giornata, oppure il passaggio al gruppo di preparazione. Quest’ultimo è partecipato in parallelo dai familiari in un gruppo ad essi dedicato nel quale si illustra la cultura del posto e si danno suggerimenti sull’adattamento alle prerogative del programma di Socioterapia Integrata. 

GRUPPO DI PREPARAZIONE (AL MOMENTO SOSPESO PER COVID 19)
Mentre i genitori sono al gruppo dei familiari il candidato partecipa insieme ad altri potenziali compagni ad un’attività di gruppo parallela di minicomunità con valenza terapeutica sin dall’inizio. In questa sede si prendono decisioni democratiche su quando e come affrontare il periodo residenziale di prova. Il periodo di prova consente ad entrambi, comunità e utente, di stabilire e rafforzare la motivazione e stabilire un’alleanza terapeutica.