http://www.comunitagledhill.it/ monthly 0.8 weekly Centro Gledhill per borderline Centro clinica Gledhill per borderline Centro clinica Gledhill per borderline Centro Gledhill per borderline, borderline borderline borderline doppia diagnosi, disturbi dell'umore

Comunità "CLINICA RAYMOND GLEDHILL" per Disturbo Borderline di Personalità

Comunità  "CLINICA RAYMOND GLEDHILL" per Disturbo Borderline di Personalità - Centro Gledhill per Borderline

       I Centri Raymond Gledhill , accreditati dalla Regione Lazio come SRTR, sono Strutture Sanitarie gestite dalla omonima Coop ONLUS. Una Struttura, Clinica e Terapeutica, con 16 posti letto a Marino Laziale è specializzata nel "recovery", ovvero nell'avvio di progetti di vita nuova, per persone con Disordine di Personalità Borderline (DPB)  associato a Disturbi del Comportamento Alimentare,  Autolesionismo, Ludopatia, Dipendenza sessuale e altri sintomi connessi al DBP. Un'altra Struttura, a Lanuvio, ha 10 posti letto per la riabilitazione del DPB aggravato da tossicofilia - Doppia Diagnosi. Un programma intensivo non residenziale, GiGì (Gledhill di Giorno) si svolge a Marino Laziale per chi è in attesa d'inserimento.

Centro d'eccellenza per Borderline e sintomi connessi. MISSION

Centro d'eccellenza per  Borderline e sintomi connessi.                MISSION - Centro Gledhill per Borderline

 

"Il destino dell'uomo è il suo carattere" (Eraclito). 
Vogliamo aiutare ogni persona a cambiare i tratti disfunzionali del prorio carattere e la propria vita
col coinvolgimento nella cultura democratica della comunità e le sue psicoterapie. Vogliamo aiutare tutti ad aiutarsi da soli con l'aiuto di tutti.

Il nostro scopo é FORMARE e TRASFORMARE senza o pochi farmaci,
I buchi psicologici si possono ricucire. La paura si può vincere. Possiamo scoprire chi siamo veramente.  Non pretendiamo di guarire nessuno. Si entra "malato" e si  esce "PERSONA"... con disagio autogestito.

Qui potrete trovare informazioni sulla SOCIOTERAPIA (M. Jones) Integrata con STEPPS  (N.Blum et al.) e la SCHEMA THERAPY (J.Young), entrambe avanguardia degli interventi di recupero (Recovery - OMS, 2007) per persone con Disturbo dell'Intensità Emotiva.
Questo include le diagnosi di personalità borderline, (definite nell'ICD-10 disturbo di personalità emotivamente instabile), disturbo schizoaffettivo e disturbi dell'umore. L'integrazione equilibrata di queste misure ricrea le condizioni per lo sviluppo di un ATTACCAMENTO SICURO, indispensabile per la modifica dei tratti maladattivi e disfunzionali della personalità e il riavvio armonico dello siluppo psicoaffettivo. 
 
SIAS sta per: Socioterapia Integrata per l'Attaccamento Sicuro: ovvero quando l'ambiente da sicurezza e stabilità, emaptia e presenza affettiva, guida e limiti per aiutare la mente a fare previsioni corrette riguardo situazioni e vita di relazione.

Inoltre, uno stage di una settimana per Medici e Infermieri da noi matura circa 50 ECM . Potrete approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare per voi chiamandoci di mattina ai numeri 0697249441.

     

Chi siamo e perchè siamo qui (col contributo di ex utenti)

Chi siamo e perchè siamo qui (col contributo di ex utenti) - Centro Gledhill per Borderline

A differenza delle Cliniche tradizionali e delle Comunità che "assistono il paziente" e ne curano la malattia considerando presa in carico e regressione momenti importanti per il "trattamento" della malattia stessa, l'approccio SIAS della "Raymond Gledhill"  rafforza le parti sane e modifica quelle disfunzionali della personalità. Per questo è particolarmente indicato per persone con disturbi del comportamento, es. alimentare, gioco d'azzardo patologico, in particolare con disordini di personalità borderline o psicosi non schizofreniche. 

"Siamo qui perchè I Centri "Raymond Gledhill" offrono l'esperienza d'imparare a "vivere vivendo"; ovvero, un'esperienza così  "come è"  la vita quando si vive con gli altri, buona e cattiva, rassicurante e disturbante, ma che in ambiente sicuro e "buono abbastanza" ci cambia. 

Se non ci sentiamo più dei "borderline soli" non abbiamo nemmeno più bisogno di gridare per essere ascoltati. Per questo cerchiamo di essere più onesti possibili con noi stessi e tra di noi; non solo per semplice quieto vivere. Ogni membro svolge ruolo attivo non solo nella propria terapia, ma anche in quella degli altri nella vita di tutti i giorni della Struttura Residenziale". 

L'approccio SIAS: Socioterapia Integrata per l'Attaccamento Sicuro

L'approccio SIAS: Socioterapia Integrata per l'Attaccamento Sicuro - Centro Gledhill per Borderline
Tre aree interdipendenti determinano il cambiamento della personalità disfunzionale: identità, relazioni affettive, intensità emotiva.
La SOCIOTERAPIA arricchisce la persona di ruoli diversi da quello di “malato” e modifica l’identità;
le PSICOTERAPIE, ad esempio SCHEMA THERAPY e quelle di Gruppo, sono palestre di 'mentalizzazione': ovvero, di scoperta e modifica di schemi mentali disadattivi, nocivi alla qualità dei rapporti; STEPPS insegna come gestire l’Intensità emotiva prima che vada fuori controllo.

Con incontri, assemblee e drammatizzazioni di gruppo, lezioni ed esercizi, un pò come si fa a scuola, insegniamo anche a controllare gli impulsi, a gestire l'intesità emotiva, a sostituire la spinta al gioco d'azzardo patologico, a migliorare la qualità della vita e della propria salute. Curiamo la personalità  proprio attraverso lo strumento che ne ha determinato lo sviluppo: un gruppo "importante" della società... un ambiente funzionale per scoprire se stessi attraverso le relazioni. 

IN COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO? (col contributo di ex utenti)

IN COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO? (col contributo di ex utenti) - Centro Gledhill per Borderline
Le normative ci inquadrano tra le SRTR - Strutture Residenziali Terapeutiche Riabilitative - (nel Lazio) ma in pratica siamo un Centro clinico di Socioterapia Integrata altamente specialistico e particolare. L'idea di base della Socioterapia é creare un ambiente che permetta lo sviluppo dell'attaccamento sicuro. Per questo i residenti e lo staff lavorano insieme, condividendo per quanto possibile, ruoli di responsabilità di ogni tipo. Del proprio operato si risponde a tutti i membri del gruppo dei residenti e non si applica il rapporto individuale operatore (“sano”) - residente ("malato").

Tre cose importanti servono alla Socioterapia Integrata:
a) Sperimentare ruoli nuovi, diversi da quello di 'malato' o 'sbagliato' che l'esperienza dei fallimenti personali ci ha indotto a credere.  
b) Condividere sentimenti ed esperienze (presenti e passate) costruendo relazioni significative per aiutarci reciprocamente a superare difficoltà personali e profonde
c) Insegnamenti tecnici e guida per gestire i nostri impulsi e l'intensità esagerata delle nostre emozioni.

Ecco, in poche parole l'approccio nostro è tutto in questa cosa qui: Socioterapia, per sperimentarci in vari ruoli diversi da quello di "povero sbandato"; Psicoterapie, per approfondire il rapporto tra danni ricevuti e legami significativi di fiducia; STEPPS (approccio americano all'insegnamento della gestione delle abilità di controllo delle emozioni) per acquisire strumenti pratici particolari per gestire l'emotività e non mandarla fuori giri.